Valore Oro

Cinque banche europee accusate di aver manipolato il prezzo oro

7 marzo 2014 in Oro

Una class action mette sotto i riflettori le banche Generale, Deutsche, Barclays, Scotiabank e HSBC, accusate di aver manipolato i prezzi dell’oro. Da Generale e Deutsche Bank sono già arrivati i primi comunicati.

La denuncia è stata presentata negli Stati Uniti, ed è arrivata fino al Tribunale Federale di New York.

Lo scorso tre marzo, Kevin Maher, residente a New York e dice di aver acquistato e venduto oro, opzioni e futures del metallo prezioso, ha dichiarato che le banche che supervisionano il prezzo di riferimento a Londra (Generale, Deutsche Bank, Barclays, Scotiabank e HSBC), sono in collusione per manipolare i prezzi.

Maher ha presentato il ricorso come una class action, rappresentando sé stesso e altri investitori che hanno investito in oro o derivati del metallo in base alla fissazione dei prezzi a Londra, o che hanno effettuato operazioni nel mercato COMEX dal 2004 in poi.

In un comunicato, la Deutsche Bank ha detto che l’accusa era priva di fondamenta, e che la banca avrebbe adottato tutte le misure possibili per difendersi.

Un portavoce di Société Générale ha detto che le accuse si basano su informazioni poco chiare e che avrebbero presto presentato la loro difesa.

L’agenzia Reuters non è riuscita a contattare altre banche per ricevere dichiarazioni.

Gli enti regolatori effettueranno indagini sul modo in cui le banche stabiliscono i tassi di riferimento come quello dell’oro a Londra, dopo lo scandalo del Libor.

Aggiungi un commento