Valore Oro

La domanda di monete d’oro e d’argento negli Stati Uniti raggiunge massimi storici

10 giugno 2013 in Argento, Oro

Secondo la “Zecca di stato” americana (US Mint), la domanda di monete d’oro e argento sta incrementando a livelli mai visti prima. In due mesi, la domanda è salita alle stelle dopo l’apertura al pubblico della vendita di metalli preziosi da parte della Zecca stessa.

Questo incremento nel mercato fisico di oro e argento influisce in modo positivo sulla valutazione oro.

La settimana scorsa il prezzo oro ha di nuovo superato i 1400 dollari l’oncia. La forza del prezzo dei futures sull’oro è stata la chiave per il recupero della sua quotazione. Inoltre, secondo dati del CFTC, le posizioni lunghe in investimenti in oro (quelle tradizionali) sono aumentate di 9017 unità, raggiungendo un totale di 57.113. Nel caso dell’argento, le posizioni lunghe si sono incrementate di 1167 contratti.

Secondo il direttore della US Mint, Richard Peterson, “la domanda attuale non ha precedenti. Stiamo vendendo tutte le monete che possiamo produrre”. La US Mint è uno dei maggiori produttori al mondo di monete d’oro e argento, in particolare le American Eagle. In questo momento si trova spiazzata dall’incremento straordinario della domanda di monete, e al contempo riceve forti pressioni da parte del Governo Federale affinché non acceleri la produzione.

Lo scorso 28 maggio, la US Mint annunciò che avrebbe applicato restrizioni alla vendita di monete American Silver Eagle ad un gruppo ridotto di acquirenti e con pesi e misure concrete.

Aggiungi un commento